A chi non è mai capitato di ricevere via e-mail tentativi più o meno goffi di truffa? Gran parte di noi è ormai allenata a riconoscerli e scartarli, ma non sarebbe molto più comodo se qualcuno lo facesse al posto nostro? Un’azienda neozelandese ha pensato di affrontare il problema in modo decisamente simpatico: lasciando rispondere un’ IA un po’… chiacchierona.

Il software si chiama Re:scam, ed ha un approccio davvero particolare: quello di impegnare gli scammer (i truffatori via e-mail) in conversazioni automatiche snervanti. Il programma crea una falsa identità, e si affida all’Intelligenza Artificiale per fornire risposte naturali e credibili. In questo modo, il malintenzionato di turno crederà di avere a che fare con una persona in carne ed ossa, salvo accorgersi che la conversazione viene sabotata in modi via via più diabolici.

Qualora il mittente non mollasse, Re:scam è in grado di elaborare risposte spiritose, divertenti ed anche un po’ canzonatorie, come potete vedere nel video qui incluso. Il sistema è semplice: inoltrate le mail sospette a me@rescam.org, ed il software scriverà al truffatore attraverso un server proxy che emula il vostro indirizzo e-mail. Naturalmente, dal vostro server di posta non uscirà assolutamente nulla. Piuttosto, preparatevi a ricevere da Re.scam un log della conversazione che vi regalerà momenti di pura ilarità.

Il servizio Re:scam non ha alcun costo, non serve registrarsi ed è gestito da Netsafe. I dati degli utenti non vengono impiegati in alcun modo aldilà delle finalità del servizio stesso. Tra selfie in 3D e piloti automatici (continua a leggere), non si può certo dire che l’IA manchi di versatilità, né di umorismo.