Come è facile immaginare, i software più popolari sono quelli maggiormente soggetti alle attenzioni dei pirati informatici. Lo sa bene Microsoft, che in queste ore si trova a dovere affrontare un nuovo grattacapo legato al suo storico web browser Internet Explorer, incluso in ogni distribuzione di Windows: se scrivete qualcosa nella barra degli indirizzi mentre state visitando un sito web, un bug consente a tale sito di visualizzare i testi che immettete nel momento stesso in cui premete il tasto Invio. Eventuali malintenzionati potrebbero quindi visualizzare in chiaro indirizzi e chiavi di ricerca, compresi i suggerimenti di Bing basati sulle vostre cronologie precedenti.

A scoprire la vulnerabilità è stato il ricercatore Manuel Caballero, che l’ha rivelata in un articolo pubblicato su brokenbrowser.com. Caballero precisa che il metodo usato per rivelare questi dati può essere facilmente reso invisibile all’utente, mentre dal canto suo, Microsoft si è impegnata a rilasciare a brevissima scadenza delle patch per tutte le versioni di Internet Explorer interessate dal problema.


ARTICOLI CORRELATI: